By

Propositi per il nuovo anno: un computer più sicuro (senza Windows)

Propositi per il nuovo anno: un computer più sicuro (senza Windows)

Un recente articolo sul sito della BBC parla di quello che viene definito in gergo tecnico "ransomware", ovvero un particolare tipo di attacco informatico che invece di distruggere dati o mandare milioni di email di spam si "limita" a criptare il contenuto delle varie directory rendendolo inaccessibile se non pagando un riscatto all'anonimo tecnofurfante. La cosa è seria, anche perchè tantissime piccole e piccolissime aziende hanno un'idea vaga e confusa sia della sicurezza informatica che dei backup, ma anche perchè articoli pur interessanti come questo della BBC si limitano a dare consigli banali e largamente inefficaci.

Il fatto è che ogni versione di Windows, il sistema operativo vittima di questi attacchi, ha falle di sistema così gravi e profondamente connesse alla struttura da risultare difficili da tappare anche ricorrendo a software come antivirus o firewall, ma soprattutto la manutenzione di un sistema Windows relativamente sicuro non è alla portata di un normale utente.

Chiunque vi dica che installando un antivirus, un firewall e magari un root kit checker potrete rendere il vostro PC sicuro vi sta raccontando una balla.

Ma quali sono le alternative a Windows, se ci sono?

Beh, di sistemi operativi alternativi ce ne sono a bizzeffe, ma alcuni come iOS e Android sono disponibili solamente per dispositivi mobili o tablets, mentre le varie versioni di BSD sono difficilmente alla portata come utilizzo di un normale utente. Rimangono OSX di Apple e le diverse distribuzioni di GNU/Linux, il primo a pagamento mentre il secondo completamente gratuito.

Il sistema operativo di Apple, nonostante sia più sicuro di Windows, è costoso e dal punto di vista etico non permette un grosso passo avanti rispetto all'acquisto di un sistema Microsoft (sì, c'è anche chi considera l'etica un fattore predominante nell'acquisto di un sistema operativo), mentre Linux ha subito negli ultimi anni un'evoluzione tecnica che lo ha portato a ritagliarsi uno spazio crescente anche fra i desktop, grazie soprattutto a nuove distribuzioni incentrate sulla facilità d'uso e alle interfacce facili da imparare anche per i neofiti.

Fra le varie distribuzioni consigliate c'è certamente Debian, una delle più diffuse, mentre Mint è la favorita di chi scrive ed è disponibile con diverse interfacce grafiche così da poter scegliere quella più adatta ai propri gusti. Ma il bello di Linux è proprio questo: il sistema operativo è indipendente dall'interfaccia, ed è possibile avere sistemi configurati in modo da essere uguali a Windows 7 o a Max OSX se questo è quello che desiderate.

Se poi il vostro hardware è decisamente vecchiotto potete optare per Xubuntu, una distribuzione basata su Ubuntu ma pensata specificatamente per computer con vecchi processori e poca memoria. Il numero delle distribuzioni è davvero elevato, e fra queste c'è sicuramente quella più adatta alle vostre esigenze, comprese versioni con già installato Wine così da poter far girare quelle (poche) applicazioni Windows che possedete e di cui non potete fare a meno, lista che di solito si riduce al solo Adobe Photoshop visto che per tutto il resto esiste per Linux un'analoga se non migliore applicazione.

Un'altro dei vantaggi della maggior parte delle distribuzioni Linux è rappresentato dalla possibilità di creare un Live CD da cui far girare il sistema operativo senza doverlo installare sul proprio PC, così da capire se è quello giusto per voi. Nella quasi totalità dei casi sarà possibile installare Linux insieme al pre esistente Windows, con un boot loader che vi farà scegliere all'accensione del PC quale sistema caricare; questa configurazione è particolarmente comoda in caso di problemi seri con Windows che ne impediscano il boot, visto che Linux potrà essere usato come sistema di recupero per i vostri file.

Insomma, passare al mondo open source con Linux è facile e soprattutto facilmente testabile senza dover installare nulla, se i motivi tecnici non sono per voi sufficienti fatelo per ragioni etiche, per la vostra privacy o semplicemente per risparmiare quattrini.

Fra i propositi del nuovo anno mettete anche questi: ridate vita ad un PC vecchiotto con Linux, passate ad open source e cercate di riprendere il controllo della vostra privacy.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


L'antipatico

Chiacchiere a ruota libera su moto, computer e privacy


MotoCorse.com è nato dalla passione per le moto e per i computer, questo blog è quindi il naturale sbocco per l'autore che - commenti sulle due ruote a parte - non perde occasione per riprendere e commentare le ultime notizie su privacy ed informatica

Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Red Moto: promozione Honda cross e enduro

Red Moto: promozione Honda cross e enduro
in Offroad

MV Agusta Rivale: Italian Style

MV Agusta Rivale: Italian Style
in Prove moto

Matteo Aperio pilota Husqvarna nel 2014

Matteo Aperio pilota Husqvarna nel 2014
in Offroad

FM Racing: nuova linea offroad 2014

FM Racing: nuova linea offroad 2014
in Offroad - Abbigliamento e accessori